Soluzioni per la Comunicazione e la Pubblicità

Home News - Stand La routine da fiera

La routine da fiera

SHARE
, / 1444 0

Munus pubblicità - L'accoglienza in fieraLa routine da fiera.

La “routine da fiera” è costantemente in agguato, soprattutto se partecipiamo da tempo alle stesse fiere, abbiamo lo stesso stand da qualche anno e si utilizza il solito identico materiale promozionale, di cui si dispone di una scorta .. infinita.

E’ un errore pensare che l’opportunità derivi semplicemente dal decidere se partecipare o meno ad un fiera per l’ennesimo anno consecutivo, anzichè focalizzare su come valorizzare la propria presenza all’evento, in termini di ritorno da un punto di vista business e d’immagine.

Il successo di una fiera passa inizialmente dall’evitare di avere visitatori annoiati di routine, che non hanno aspettative di novità dal vostro stand, che non sono stimolati emotivamente attraverso azioni di rinnovamento. Predisporre positivamente un cliente potenziale, prima e durante la visita, ne favorisce il colloquio e l’eventuale trattativa.

Diciamolo: fare sempre la stessa cosa ogni anno, applicare lo stesso schema comunicativo (stile “squadra vincente non si cambia”), non è costruire un’immagine di marca, sviluppare un marchio, cogliere le opportunità.

Anche se le motivazioni all’acquisto differiscono secondo il tipo di prodotto o servizio, è vero però che molti sono gli elementi comuni che concorrono al successo di una strategia di branding.

A partire dallo stand, passando per il look dello staff, fino ad arrivare agli articoli promozionali per i visitatori, ogni anno è bene analizzare se l’attività di comunicazione proposta è in linea con il mercato (ed una società) che muta così velocemente e se l’accoglienza del proprio visitatore è davvero efficace.

 

tratto da “Brand Equity”

PASSWORD RESET

LOG IN